Scritto sul corpo – ARTISTE. NOTE BIOGRAFICHE

Alcune brevi note biografiche sulle artiste in mostra a Lecce presso la E-LITE STUDIOGALLERY in occasione dell’esposizione “scritto sul corpo”

Elisa Anfuso
Nata nel 1982 a Catania, dove vive e lavora.

“La sua arte è un viaggio concettuale, tecnico e visivo. Le protagoniste, giovani donne, nate da una luce abbagliante e da un disegno dinamico e avvolgente, appaiono come catturate in un istante che le imprigiona sulla tela come in una fotografia. Elisa gioca sapientemente con il fermo immagine mettendo a nudo i particolari e usando il pennello per dipingere carni di cera simili a sculture di marmo (Giovanna Caggeggi)”. http://www.elisaanfuso.com

Elisa Anfuso "non calpestare la linea rossa"

Elisa Anfuso “non calpestare la linea rossa”

Anna Caruso

Il suo lavoro parte dalla scelta di affidare alla tecnica tradizionale, al segno pittorico, al messaggio del colore, la base di un linguaggio che cerca al tempo stesso di esaltare e di dissimulare il significato dell’immagine, in un sapiente gioco di dissolvenze e sovrapposizioni che “costringe l’osservatore una continua messa a fuoco dello sguardo nel tentativo di decifrare la cangiante mutevolezza delle forme (Ivan Quaroni)”. http://www.annacaruso.it

Anna Caruso "la dodicesima selva"

Anna Caruso “la dodicesima selva”

Silvia Faieta
Nata a Latina nel 1978. Vive e lavora a Roma.

Studi scientifici hanno sempre accompagnato quelli artistici, influenzando gli strumenti espressivi e tecnici dei suoi lavori, dalla grafica alla scultura. “ Tridimensionale nella percezione e nel concetto, il suo è un immaginario artistico che dona al volume la vertigine della perdita di Sé, in cui la forma diventa simbolo, e la materia si fa codice, linguaggio. (Valeria Arnaldi)”. silviafaieta.carbonmade.com

Silvia Faieta "la forma dell'amore"

Silvia Faieta “la forma dell’amore”

Ilaria Margutti
Nata a Modena nel 1971. Vive e lavora a Sansepolcro.

“L’artista stimola con il ricamo pratiche di contatto, di attraversamento di confini, di scambio; riporta alla memoria le sue ferite, una a una, ritraendo l’atto del risanamento come momento di purificazione dal dolore. Un’ intimità rivista in una nuova presa di coscienza, un’appartenenza alla memoria resa tattile tangibile in un nuovo contesto di intersezione tra sensibilità individuale e sensibilità collettiva (Lara Carbonara e Lucrezia Naglieri)”. http://www.ilariamargutti.com

Ilaria Margutti "i miei volti"

Ilaria Margutti “i miei volti”

Jara Marzulli
Nata nel 1977 a Bari, dove vive e lavora.

La sua arte racconta di un sentire al tempo stesso estatico e carnale, reso ancor più incisivo e toccante dalla perfezione tecnica che contraddistingue l’artista. Una dimensione liquida e indefinita, in cui bambine e donne si stagliano su sfondi trasparenti e gocciolanti, “(…) una lucida e lacerante qualità espressiva, un’indefinibile purezza che si veste di pittura, un costante gioco di spiazzamenti, di scambi di ruolo tra l’artista che dipinge e il soggetto raffigurato (Francesca Londino)”. http://www.jaramarzulli.it

Jara Marzulli "la scomodata"

Jara Marzulli “la scomodata”

 

Jara Marzulli "Meltemi"

Jara Marzulli “Meltemi”

Natascia Raffio
Nata a Roma nel 1979. Vive e lavora a Pordenone.

Fumettista, pittrice e scultrice pop surrealista. È un’artista che lega indissolubilmente la rappresentazione della sua visione del mondo all’incarnazione di se stessa, del suo “mondo interiore vivido e palpitante, abitato da creature tra l’angelico e l’erotico, con occhi profondi e sinceri, che si spostano e interagiscono in mondi colorati, spesso, però, squarciati da immagini forti e dal rosso del sangue, come a significare che il dolore fa parte ed è ingranaggio del piacere e della bellezza (Erika Muscarella)”. natasciaraffio.carbonmade.com

Natascia Raffio "the master"

Natascia Raffio “the master”

Vania Elettra Tam
Nata a Como nel 1968. Vive e lavora a Milano.

La sua pittura fa breccia nell’animo di chi lo osserva con la forza della seduzione e di una “saggia leggerezza”. “Una figurazione che mescola mimesi realistica e trasfigurazione fantastica (Ivan Quaroni)” per costruire immagini ironiche che ritraggono donne alle prese con la routine quotidiana, le cui fantasie sono proiettate sulle mura domestiche come ombre rivelatrici del significato più profondo dell’esistenza. http://www.vaniaelettratam.it

Vania Elettra Tam "questa casa non è un albergo"

Vania Elettra Tam “questa casa non è un albergo”

Vania elettra tam questa casa non è un albergo 1

5 pensieri su “Scritto sul corpo – ARTISTE. NOTE BIOGRAFICHE

  1. Pingback: Best of | Amù

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...