Gli artisti maledetti

Ora che sappiamo che nella città di Milano, Palazzo Reale ospita una Mostra su Modigliani e gli artisti maledetti, sappiamo chi era Modigliani e che lui e gli altri artisti in mostra abitavano tutti a Montparnasse,ci manca solo scoprire chi erano questi artisti maledetti…

(e presto farò anche un piccolo approfondimento sulla collezione Netter alla quale appartengono tutti i quadri in esposizione)

Chaïm Soutine

Nacque nel 1893 in territorio russo da una famiglia ebrea di origini lituane, povera ed emarginata. E proprio questo fattore segnerà profondamente la sua produzione artistica. Soutine frequentò la scuola d’arte di Minsk e partecipò ad un corso triennale all’accademia d’arte di Vilnius.
In quegli anni conobbe i pittori Pinchus Kremegne e Michel Kikoine, con i quali nel 1913 si trasferì a Parigi, dove conobbe alcuni degli artisti più importanti del tempo, tra cui Marc Chagall, Fernand Léger e Amedeo Modigliani, di cui divenne grande amico.
A Parigi si distinse per la sua stravaganza: una volta, deciso a dipingere degli animali morti, tenne alcune carcasse di animali nel suo studio ma, a causa del fetore, i vicini chiamarono la polizia, alla quale Soutine cercò invano di spiegare la maggiore importanza dell’arte rispetto all’igiene.
soutine -la pazza- photo from web

Aizik Feder

Nacque nel 1985 a Odessa in Ucraina anche lui da una famiglia ebrea, e morì nel 1943 ad Auschwitz. Frequentò l’accademia delle belle arti a Ginevra e studio presso l’accademia Julian e l’atelier di Henri Matisse.
azik feder -ritratto di donna- photo from web

Henri Hayden

Nacque nel 1883 a Varsavia. Si trasferì a Parigi nel 1907 e nel 1909 partecipò al suo primo Salon d’Automne.
henri nayden - natura morta su sgabello - photo from web

Jeanne Hébuterne

Jeanne Hébuterne è stata una pittrice francese. Cresciuta in una famiglia cattolica (il padre Achille Casimìr era un ebreo convertito), venne introdotta dal fratello all’interno della comunità artistica di Montparnasse, divenendo una modella di Tsuguharu Foujita. La perfezione del suo viso, oltre ai bellissimi e lunghi capelli castano chiaro, le valsero il soprannome di noix de coco (noce di cocco).
Desiderosa di una carriera nelle arti, si iscrisse all’Académie Colarossi dove, nella primavera del 1917, conobbe Amedeo Modigliani con il quale andò a vivere e del quale divenne principale soggetto artistico. Nell’estate del 1918, a causa delle precarie condizioni di salute di Modigliani la coppia si trasferì a Nizza dove il 29 novembre nacque la loro figlia Jeanne.
Il 24 gennaio 1920 Amedeo Modigliani morì e Jeanne Hébuterne venne condotta nella casa paterna dai propri familiari ma, appena due giorni dopo, la giovane (al nono mese di gravidanza) si lanciò dalla finestra dell’appartamento sito al quinto piano, morendo sul colpo. I familiari di Jeanne, che disapprovavano la sua relazione con Modigliani, la tumularono nel cimitero di Bagneux dove rimase fino al 1930, quando la famiglia ne permise il trasferimento al cimitero Père Lachaise affinché venisse seppellita accanto all’amato. Il suo epitaffio recita: “Devota compagna sino all’estremo sacrificio”.
Jeanne Hébuterne - adamo ed eva- photo from webJeanne Hébuterne dipinta da Modigliani

ritratto di Jeanne Hébuterne - modigliani - photo from web

Moïse Kisling

Nasce a Cracovia nel 1891, da una famiglia ebraica. nel 1910 Kisling giunse a Montmartre per poi trasferirsi, qualche anno più tardi,  a Montparnasse, nello stesso edificio dove vivevano Jules Pascin e in seguito anche Amedeo Modigliani, del quale divenne amico intimo e dal quale fu ritratto nel 1916. La sua fama è dovuta ai suoi nudi surreali e ai ritratti.
Moïse Kisling ritratto d'uomo- photo from web

Suzanne Valadon

Al secolo Marie-Clémentine Valadon, era una pittrice francese. Figlia di una lavandaia, da bambina andò a vivere a Montmartre con la madre. Prima di lavorare per il circo Mollier come cavallerizza iniziò una lunga serie di mestieri, fra i quali pasticciera, sarta, fiorista. A causa di una caduta nel corso di un’esibizione circense, dovette abbandonare anche quest’attività. La sua bellezza attirò diversi artisti di cui divenne modella e, osservandoli lavorare durante le pose, riuscì ad apprendere le loro tecniche. Fu la modella di Edgar Degas, Henri de Toulouse-Lautrec, Pierre-Auguste Renoir e Pierre Puvis de Chavannes, diventando anche l’amante di alcuni di loro.Nel 1883, a 18 anni, divenne madre di quello che poi sarà noto come Maurice Utrillo.
Nel 1894 Suzanne Valadon fu la prima donna ad essere ammessa alla Société Nationale des Beaux-Arts. Fu sempre una perfezionista: poteva infatti lavorare anche parecchi anni su una tela prima di esporla. Degas fu il primo a riconoscere il talento pittorico della Valadon, la quale partecipò anche al Salon des Indépendants nel 1912 e sette anni dopo al Salon d’Automne. Fu la principale maestra del suo unico figlio, cui trasmise l’entusiasmo per la pittura e a cui suggerì di lavorare en plein air.
Nel 1909 all’età di 44 anni, lasciò il marito per un pittore di 23 anni, André Utter, che poi sposò nel 1914. Quest’unione durò quasi 30 anni, e la si può verificare in una delle sue tele più famose, Adamo ed Eva, nella quale André è Adamo mentre Suzanne è Eva.
Suzanne Valadon tre nudi in campagna- photo from web
Suzanne Valadon adamo ed eva - photo from web

11 pensieri su “Gli artisti maledetti

  1. Pingback: Netter il collezionista | Amù

  2. Pingback: Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti . | Amù

  3. Grazie per questo articolo, conoscevo molti nomi citati nelle biografie, ma i protagonisti stessi di esse non mi erano ancora noti!! La mia reazione, ogni volta che leggo su queste persone che hanno dovuto faticare e sgobbare in nome di una passione, l’arte, è sempre di profonda stima. L’impegno che hanno messo queste persone in ciò che hanno fatto dovrebbe fungere da esempio per molti appassionati di oggi.
    Un saluto!!

    Stefano S.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...