Robert Doisneau

« Quello che io cercavo di mostrare era un mondo dove mi sarei sentito bene, dove le persone sarebbero state gentili, dove avrei trovato la tenerezza che speravo di ricevere.
Le mie foto erano come una prova che questo mondo può esistere. »

Doisneau_photo from web
Uno sguardo gentile ed un messaggio d’amore e affetto, questo era Robert Doisneau. Nato alle porte di Parigi nel 1912 è riuscito negli anni, grazie al suo indiscutibile talendo, ad immortalare il lato più dolce ed ironico della vita parigina: i bambini, gli amanti, le donne…

Direi che ogni suo scatto strappa un sorriso!
doisneau photo from web

Vi spiego come mi prende la voglia di fare una fotografia. Spesso è la continuazione di un sogno. Mi sveglio un mattino con una straordinaria voglia di vedere, di vivere. Allora devo andare. Ma non troppo lontano, perché se si lascia passare del tempo l’entusiasmo, il bisogno, la voglia di fare svaniscono. Non credo che si possa vedere intensamente più di due ore al giorno.”

Robert_Doisneau photo from web

La possibilità è l’unica cosa che non si può comprare. Devi pagare per essa e si deve pagare con la tua vita, spendendo molto tempo. Si paga con il tempo… Non con lo spreco di tempo, ma con la spesa del tempo.”

robert-doisneau-sabine-may-1985 photo from web
Io non sono un collezionista appassionato. Non sono mai tormentato dal desiderio di possedere le cose. Sono abbastanza contento delle mie foto. Sono stato loro convivente per anni e ci conosciamo reciprocamente dentro e fuori, quindi mi sento autorizzato a dire che le immagini hanno una vita e un carattere proprio.
Le Baiser Blotto 1950

Al giorno d’oggi l’immaginazione visiva della gente è più sofisticata, più sviluppata, specialmente nei giovani, tanto che ora puoi fare una foto che suggerisce solo un piccolo qualcosa, poi di essa si può fare davvero ciò che si vuole.

Robert-Doisneau-photo from web

Le meraviglie della vita quotidiana sono emozionanti. Nessun regista cinematografico sarebbe capace di comunicare l’inatteso che si incontra per le strade.

Unreleased-Robert-Doisneau-photo from web

20 pensieri su “Robert Doisneau

  1. Una piccola annotazione, a margine di questo bel post. Le leggi attuali sulla privacy, non avrebbero mai consentito di scattare la gran parte di queste belle foto. Per chi si cimenta nell’arte fotografica è un problema non banale.

    • Assolutamente d’accordo! Vado in giro, scatto, e talvolta ho la fortuna di prendere qualche scatto alla Doisneau… ma non pubblico per timore. Ogni tanto si può risolverla con lo sfocato inquadrature tagliate etc., ma la mezza misura non paga!

  2. Pingback: Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti . | Amù

  3. Quanto alla privacy: Tutti vorremmo vivere come in una foto di Doisneau, tutti amiamo vederle appure tutti sono spaventati che qualcuno possa riprenderli… Non amo farmi fotografare ma a Roma, a Berlino e nel mondo (per non parlare dei paesi esotici dove i turisti locali mi chiedono di farsi fotografare con me solo perché sono pallida) sono finita inconsapevole in centinaia di foto di turisti. E questa frammentazione mi diverte, anche se non ci sarà stato un Doisneau tra loro.

    • Mai disperare!
      Ci sono stato oggi, ne valeva la pena.
      A proposito di privacy (o di diritti d’autore) è emblematica la disputa sul Bacio dell’Hotel de Villeil.
      Sembra che Doisneau abbia a suo tempo ricevuto centinaia di lettere di persone che sostenevano di essersi riconosciute in quell’inquadratura. Tra queste, una coppia ha intentato una causa per il riconoscimento economico delle vendite della fotografia, nonostante l’autore avesse reso pubblica l’identità degli attori coinvolti.

  4. Pingback: Best of | Amù

  5. sono fotografa di street e non lo nego di aver “rubato”più di uno scatto, a volte rischiando davvero. Ritengo che la fotografia sia un mezzo di comunicazione pulito e totalmente avulso da falsità e ipocrisia..continuerò a scattare, rischiando ogni volta, ma considerando sempre la dignità degli esseri umani che ritengo sacra. Grazie, bel post..Doisneau andrò presto a vederlo, è un mio mito …

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...