E fu amore a prima vista

Villa Olmo, Como. 2005. Mostra: Picasso – e la seduzione del classico. Un’esposizione molto ben organizzata e originale nella scelta delle opere, anche se non le più famose del pittore. In una sala completamente drappeggiata di nero un quadro, un telo, un’immagine di 830×1325 cm:

“La dépouille du Minotaure en costume d’Arlequin”
del 1936 – tempera a colla su tela di écru.

Non si tratta di un tradizionale quadro ma di un sipario di scena per lo spettacolo “Le Quatorze-Juillet” di Romain Rolland.
Picasso photo©Amù
Quest’imponente dipinto mi ha lasciata senza fiato per un tempo incalcolabile. Figure in movimento che sembrano pietrificate in questo momento di desolazione e distruzione. Si confondono il mito del Minotauro e la favola di Arlecchino entrambi provenienti da mondi immaginari e allo stesso tempo impotenti davanti alla distruzione causata dall’uomo.
Picasso photo©Amù
E davanti a così tanta forza espressiva posso affermare che fu amore a prima vista.
Picasso photo©Amù
It was love at first sight
Villa Olmo, Como. 2005. Exhibition Picasso – and the seduction of classic. A very well organized show with an original choice of works, even if there were not exposed the most famous paintings of the artist. In a room draped entirely in black was hanged a painting, an image of 830 × 1325 cm:
“The dépouille du Minotaure en costume d’Arlequin”
1936 – glue tempera on canvas ecru.
This is not a traditional framework but a stage curtain for the show “Le Quatorze Juillet-” by Romain Rolland.
This impressive painting left me breathless for an incalculable time. Moving figures that seem set in stone in this timeless desolation and destruction. They mingle with the myth of the Minotaur and the story of Harlequin, both characters from imaginary worlds and at the same time powerless in front of the destruction caused by man.
And looking at such an expressive image I felt in love with Picasso.

12 pensieri su “E fu amore a prima vista

  1. Ora credo di capire dove sta il fascino della tua “recensione”, nell’esprimere in modo diretto e senza altre mediazioni le “tue” sensazioni davanti all’opera di cui parli. Che é esattamente quanto ognuno dovrebbe poter fare per apprezzare l’arte. Dimmi se sono fuori strada…Ciao!

  2. Pingback: E fu amore a prima vista « Il blog di Ponterosso

  3. oggi sono rimasto colpito da un quadro che si chiama “massacro in Corea”, Picasso, al palazzo reale a Milano. Non riuscivo a distogliere lo sguardo. Poi ho rimosso. Adesso leggendo il tuo post mi è tornato quel senso di disagio che ho provato oggi. Una coincidenza?

  4. Mi dite se la Mostra a Palazzo Reale vale un viaggetto a MIlano? io ho già preso una discreta dose di Picasso lo scorso anno a Palazzo Blu a Pis (Mostra stupenda) e quella che fecero a Palazzo Strozzi, ma sento di essere in astinenza da Pablo😄, per cui chiedo lumi sulla qualità della mostra milanese ^_^

  5. Pingback: Be international ;) | Amù

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...