10 libri sul comodino

Ecco qui quelli che secondo me sono i 10 libri da tenere sempre sul comodino. È stato difficile sceglierne solamente 10, ma questi sono tra i libri più belli io abbia mai letto. Per invitarvi alla lettura e incuriosirvi, al posto di un mio commento sui romanzi, vi cito la frase iniziale di ognuna di queste fantastiche storie.
20121227-124608.jpg
“Favola d’amore” di Hermann Hesse

“Appena giunto in paradiso Pictor si trovò dinnanzi ad un albero che era insieme uomo e donna. Pictor salutò l’albero con riverenza e chiese:”Sei tu l’albero della vita?” . Ma quando, invece dell’albero, volle rispondergli il serpente, egli si voltò e andò oltre.”

20121227-125300.jpg
“Dell’amore e di altri demoni” di Gabriel García Márquez

“Il 26 Ottobre 1949 non fu una giornata con grandi notizie. Il professor Clemente Manuel Zabala, caporedattore del quotidiano dove facevo i miei primi passi come giornalista, mise fine alla riunione del mattino con due o tre suggerimenti di prammatica. Non affidò un lavoro concreto a nessun redattore. Qualche minuto dopo venne informato per telefono che stavano vuotando le cripte funerarie dell’antico convento di Santa Clara, e mi ordinò senza illusioni:” va’ a fare un giro da quelle parti e vedi un po’ cosa riesci a cavarne”.”

20121227-130404.jpg
“Orlando” di Virginia Woolf

“Egli – poiché dubbio non v’era sul suo sesso, per quanto la foggia di quei tempi alquanto lo dissimulasse – stava prendendo a piattonate la testa di un moro, che dondolava, appesa alle travi del soffitto.”

20121227-130936.jpg
“L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera

“L’idea dell’eterno ritorno è misteriosa e con essa Nietzsche ha messo molti filosofi nell’imbarazzo: pensare che un giorno ogni cosa si ripeterà così come l’abbiamo già vissuta, e che anche questa ripetizione debba ripetersi all’infinito! Che significato ha questo folle mito?”

20121227-131752.jpg
“Così parlò Zarathustra” di Friedrich W. Nietzsche

“Quando Zarathustra ebbe trent’anni, abbandonò il suo paese e il lago del suo paese e andò sulla montagna. Qui godette del proprio spirito e della propria solitudine, e per dieci anni non se ne stancò. Ma alla fine il suo cuore si trasformò e un mattino egli si levò all’aurora….”

20121227-132829.jpg
“Il lupo della steppa” di Hermann Hesse

“Soltanto per pazzi.
Il giorno era trascorso come appunto trascorrono i giorni; lo avevo passato, lo avevo delicatamente
ammazzato con la mia timida e primitiva arte di vivere; avevo lavorato alcune ore, sfogliato vecchi libri…”

20121227-133618.jpg
“Il vecchio e il mare” di Ernest Hemingway

” Era un vecchio che pescava da solo su una barca a vela nella Corrente del Golfo ed erano ottantaquattro giorni ormai che non prendeva un pesce.”

20121227-141808.jpg
“Il ponte sulla Drina” di Ivo Andric

“Per la maggior parte del suo corso il fiume Drina s’apre la strada attraverso anguste gole tra scoscese montagne o attraverso profondi canyon dai fianchi a picco. Soltanto in alcuni tratti le sue sponde si allargano in aperte pianure per formare, su una o su entrambe le rive, distese solatie, in parte piane, in parte ondulate, atte a essere lavorate e abitate.”

20121227-142628.jpg
“Venuto al mondo” di Margaret Mazzantini

Il viaggio della speranza … parole residue, tra le tante infondo alla giornata.”

20121227-143041.jpg
“Il profumo” di Patrick Süskind

“Nel diciottesimo secolo visse in Francia un uomo, tra le figure più geniali e scellerate di quell’epoca non povera di geniali e scellerate figure. Qui sarà raccontata una storia.”

20121227-143524.jpg
10 books on the bedside
Those are the 10 books to keep on the nightstand, on my opinion. It was hard to pick just 10 of them, but these are once of the most beautiful books I’ve ever read.
“Fable of Love” by Hermann Hesse
“Of Love and Other Demons” by Gabriel García Márquez
“Orlando” by Virginia Woolf
“The Unbearable Lightness of Being” by Milan Kundera
“Thus Spake Zarathustra” by Friedrich W. Nietzsche
“Steppenwolf” by Hermann Hesse
“The Old Man and the Sea” by Ernest Hemingway
“The Bridge on the Drina” by Ivo Andric
“Venuto al mondo” by Margaret Mazzantini
“Perfume” by Patrick Süskind

91 pensieri su “10 libri sul comodino

  1. Di quelli che hai messo ne ho letti solo 3 (e uno è in wishlist).
    Non sono tra i miei preferiti in assoluto, ma comunque mi trovi concorde sui gusti😀

  2. Ecco la mia lista:
    I figli della Mezzanotte, di S. Rushdie;
    Cent’anni di Solitudine, di G.G. Marquez;
    Il maestro e margherita, di M. Bulgakov;
    Tempo di vivere, tempo di morire, di C.M. Remarque;
    Il conte di Montecristo, di A. Dumas;
    Le fondazioni, di I. Asimov;
    Le tre stimmate di Palmer Eldrich, di P.K. Dick;
    Ti prendo e ti porto via, di N. Ammanniti;

  3. quando partecipi a Prima I Lettori? alcuni di questi 10 non sono stati ancora segnalati. manca la tua voce e la tua sensibilità. partecipa. chi viene più votato a fine maggio vince 200 euro in buoni libro. ciao sandro

  4. In “Giulio” lo Zaratustra è largamente citato. Inoltre ho fatto due conferenze a “Filosofia sui Navigli” sull’Eterno Ritorno. Grazie di avermi notato , seguirò il vostro blog e se permettete posso mettere questo blog nei miei links. Io sono a Milano e voi?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...