L’Italia e la Cina si incontrano a Monza

Finalmente Monza e la Brianza ospitano un evento unico, di portata internazionale, con artisti tra i più famosi della scena contemporanea. La Brianza si lancia nella cultura fatta di eventi e di installazioni satellite sparse sul territorio (tra Monza, Lissone e Milano). Aderendo ad un nuovo concetto di manifestazione artistica, più conforeme alla frenetica vita moderna.

Chen Wenling "Humanistic landscape" 2011

Chen Wenling “Humanistic landscape” 2011

La biennale Italia-Cina ruota intorno alla mostra ospitata a Palazzo Reale, “naturaLmente”. Un percorso espositivo che parte dal giardino, si districa tra le meravigliose stanze del palazzo, si sposta nella cappella e va a concludersi nella serra, davanti alla quale fioriscono ancora, timidamente, le rose del roseto.

Wu Daxin "The heart of nature" 2012

Wu Daxin “The heart of nature” 2012

Tutte le opere trovano il giusto spazio, valorizzate dalla bellezza degli interni della Villa. Moltissimi gli artisti, alcuni conosciuti e riconoscibili altri meno; moltissime anche le presenze femminili sia Cinesi che Italiane.

Berutti Valerio "Narciso"

Berutti Valerio “Narciso”

Grande la varietà di opere; infatti troviamo  sculture di resina, sculture composte da farfalle che sfumano in cenere, dipinti, collage digitali, installazioni video, installazioni audio, affreschi orizzontali.

Chiu Yu-Wen "The proliferation of water girl/Nest" 2012

Chiu Yu-Wen “The proliferation of water girl/Nest” 2012

Insomma una percorso fatto di continue scoperte e manifestazioni artistiche ben accostate nella loro diversità che non sfocia mai nella banalità o nell’esagerazione.

Pasini Carlo "Vanity" 2011

Pasini Carlo “Vanity” 2011

Vale assolutamente la pena dedicarci un paio d’ore.

Giacon Massimo "Shelter" 2012 Sullo sfondo: Zou Cao "Shaping my fingerprint with my fingerprint" 2005

Giacon Massimo “Shelter” 2012 Sullo sfondo: Zou Cao “Shaping my fingerprint with my fingerprint” 2005

Italy meets China in Monza
Finally Monza hosts a unique event of international importance, with the most famous artists of the contemporary scene.The biennial Italy-China is hosted at Palazzo Reale, the exibition is named “naturaLmente” (naturaly). An exposure that starts from the garden, goes on throught the beautiful rooms of the palace, moves into the chapel and is due to finish in the greenhouse, in front of which still flourish, shyly, few roses of the rose garden. All the works find the right space, enhanced by the beauty of the interiors of the Villa. Many are the artists, some known and some not so recognizable, there are also many women representing China and Italy. We find a great variety of works: resin sculptures, sculptures made of butterflies that fade into ashes, paintings, digital collage, video installations, sound installations, horizontal murals. A path made of continuous discoveries and artistic pieces well-put together in their diversity that do never lead in trite or exaggeration. It is definitely worthy to devote a couple of hours to this expo.

17 pensieri su “L’Italia e la Cina si incontrano a Monza

  1. Ho dato un’occhiata al blog e mi piace🙂 inoltre racconti di eventi che conosco o sui quali sono “inciampata” di recente.
    Non ho trovato la casellina da “flaggare” per ricevere le notifiche dei nuovi post. Se la aggiungi mi iscrivo al tuo blog, Viviana

  2. Pingback: Biennale d’Arte contemporanea Italia-Cina | Amù

  3. Pingback: Best of | Amù

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...